musikologiamo®

il mondo della musica, la musica del mondo e non solo

17  08 2011

Jazzid Area Festival 2011 presenta “Tutte le Stelle di una Notte”

AL CONVENTO DI S.ANTONIO AL MONTE
PER “TUTTE LE STELLE DI UNA NOTTE”

Dal 9 all’11 agosto tre serate con divertimento, musica, teatro e gastronomia per stare con il naso all’insù a guardare le stelle.

Per San Lorenzo non prendete impegni: le stelle si vanno a guadare dal convento di Sant’Antonio al Monte, uno degli angoli più belli di Rieti che grazie al suo panorama mozzafiato promette serate ricche di emozioni. Per l’esattezza, tre serate: quelle in programma dal 9 all’11 agosto, quando proprio nei pressi del convento si svolgerà la prima edizione di “Tutte le stelle di una notte”, manifestazione organizzata in occasione della notte delle stelle cadenti.
Una tre giorni nata dall’impegno e dalla passione di tre persone che hanno curato nei dettagli la festa: Antonio Sacco che ha dato il contributo maggiore con la direzione artistica dell’evento, Maurizio Rossi e Maurizio Amedei. In programma ci sono musica, angoli gastronomici, teatro e, ovviamente, la possibilità di guardare le stelle.
Quattro le aree tematiche delle tre serate: “Teatro”, a cura della “Bottega del teatro”; “Enogastronomia”: grazie alla Confcooperative sarà possibile cenare ma anche gustare vari prodotti; in una delle tre serate, la cena sarà a base di pizza. Ogni sera, inoltre, sarà attivo il servizio bar. “Astronomia”: grazie al Centro nazionale astroricercatori indipendenti (CNAI) sarà possibile osservare le stelle. “Musica”: ogni sera un concerto diverso. Il 9 agosto si comincia con Marco Graziosi; il 10 agosto sarà la volta di Angelo Cascarano & Co; l’11 agosto si chiude con la musica da camera del “Musi’Trio”, composto da Sandro Sacco, Paolo Paniconi e Ovidio Ovidi (il concerto si terrà all’interno del chiostro del convento).
L’evento, realizzato esclusivamente con sponsor privati, si propone come un’occasione non solo per guardare le stelle, ma anche per rilassarsi dal caldo estivo grazie all’atmosfera più ventilata che offre l’area del convento di Sant’Antonio al Monte; sarà anche un modo per scoprire uno degli angoli meno conosciuti della città, ma che offre uno splendido panorama su Rieti.


Leave a Reply

« »